Lezioni dai libri

Parlo loro di libri che mi sembrano contenere nascostamente la mia vita di ragazzo: Cuore di tenebra, Il grande Gatsby, Il tè nel deserto, I racconti di Nick Adams, Il sindaco di Casterbridge. Una missione nel vuoto. L’abbandono. Una figura, forse misteriosa, ma alla fine non poi tanto. Questi libri non si insegnano più ai liceali del Canada. Chissà perchè. Strada facendo illustro loro, se non i fatti, almeno alcune delle lezioni che ho imparato: che incontrarmi adesso, a sessantasei anni, significa non poter immaginare com’ero a quindici anni (cosa che varrà anche per loro). La mia idea  è sempre quella di un “confine da attraversare”; adattamento, passaggio progressivo da un modo di vivere che non funziona a uno che funziona. Può anche riferirsi al fatto di superare una linea e non essere più capaci di tornare indietro. Li invito a non cercare troppo accanitamente significati nascosti od opposti -anche nei libri che leggono- ma a guardare nel modo più diretto possibile le cose che possono vedere alla luce del giorno. Nel processo di spiegare a te stesso le cose che vedi, riuscirai sempre a trovarvi un senso e ad imparare ad accettare il mondo. 

Richard Ford, Canada

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s