Just Kids – New York

Era una giornata perfetta per arrivare a New York. Nessuno mi stava aspettando. Ma mi aspettava ogni cosa. 

****************************************************************

Camminavo per ore di parco in parco. In Washington Square si potevano percepire i personaggi di Henry James e la presenza stessa dell’autore. Entrando nel perimetro oltre l’arco bianco si veniva accolti dal suono dei bongo e delle chitarre acustiche, dai canti di protesta, dalle discussioni di politica, dal volantinaggio degli attivisti, dai vecchi giocatori di scacchi sfidati dai più giovani. Non avevo mai sperimentato un’atmosfera tatno aperta, una libertà così semplice da non risultare opprimente per nessuno.

****************************************************************

Marinai in libera uscita, prostitue, disertori, turisti maltrattati e svariate vittime di rapimenti alieni; una passerella urbana di salette dove si giocava a keno, bancarelle di souvenir, ristoranti cubani, strip club e banchi dei pegni aperti fino a tarda notte. Per cinquanta centesimi era possibile intrufolarsi in un cinema drappeggiato di velluto inzaccheratoe guardare film stranieri appaiati a pellicole erotiche.

 

Patti Smith – Just Kids

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s